Site Overlay

CLAUDIO MANNINO

Nato a Palermo, si laurea con il massimo dei voti in Disegno Industriale presso l’università di Palermo.

Il suo percorso musicale ha inizio quasi per gioco nel 2008 come corista in un coro polifonico amatoriale palermitano “coro Philarmonia”.

Questa esperienza lo spinge nel 2011 a intraprendere lo studio del canto lirico con il mezzosoprano palermitano Alessia Sparacio per poi perfezionarsi con il maestro Marcello Iozzia.

Ha preso parte a diversi master di perfezionamento scenico e vocale con maestri quali Alberto Gazzale e Alessio Pizzech.

Nell’ottobre 2016 viene selezionato per il progetto “LTL Opera Studio” organizzato dal teatro Verdi di Pisa, grazie al quale il 12 febbraio 2017 debutta come solista nell’opera Il Cappello di Paglia di Firenze di Nino Rota nel ruolo di Beaupertuis, opera riproposta successivamente nei Teatri Carlo Goldoni di Livorno e Giglio di Lucca.

Nello stesso anno interpreta Lamberto in Pia De Tolomei di G. Donizetti, con la direzione di Christopher D. Franklin e la regia Andrea Cigni al Teatro Verdi di Pisa e al Teatro Carlo Goldoni di Livorno; Fiorello ne Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini, con la direzione di Alessandro Cedrone e la regia di Massimo Pizzi Gasparon Contarini presso il Teatro Sociale di Rovigo; Sciarrone in Tosca di G. Puccini, con la direzione di Simon Krecic e la regia di Artemio Cabassi sempre a Rovigo.

Nel maggio 2018 interpreta Dumas in Andrea Chénier di Umberto Giordano, con la direzione Michele Gamba e regia Alfonso Romero Mora presso la Fondazione lirica sinfonica Petruzzeli di Bari.

Nel maggio 2019 interpreta il Marchese d’Obigny in Traviata di G. Verdi con la direzione di Matteo Beltrami e la regia di Renato Bonajuto presso il teatro Coccia di Novara; a giugno 2019 ha interpretato Sciarrone in Tosca di G. Puccini, con la direzione di Antonio Pirolli e la regia di Joseph Franconi Lee presso la Fondazione lirica sinfonica Petruzzeli di Bari.