Site Overlay

ITALO PROFERISCE

Inizia il suo percorso musicale con lo studio del pianoforte e successivamente si dedica al canto lirico conseguendo dapprima il diploma col massimo dei voti presso il Conservatorio di musica “G. Martucci” di Salerno e successivamente la laurea di II livello presso il Conservatorio di musica “G. Frescobaldi” di Ferrara. Ha inoltre seguito master di perfezionamento con Renato Bruson, Garbis Boyagian, Paolo Coni, Silvano Carroli, June Andersonn, Gianni Maffeo, Alberto Gazale, Carlos Alvarez, Roberto Frontali e Franco Vassallo.

Finalista e vincitore di vari concorsi lirici tra cui: il Concorso Lirico Internazionale Rome Festival 2009, il 3° Concorso Lirico Internazionale “Città di Bologna 2009” premio “Miglior Giovane Talento”, il Concorso Toti Dal Monte 2010, il Concorso della Scuola Dell’Opera Italiana del Teatro Comunale di Bologna 2010 ed il Concorso Internazionale di Canto Lirico Anselmo Colzani di Budrio 2011.

Da subito inizia la sua carriera in contesti teatrali di fama internazionale come il Teatro San Carlo di Napoli, il Maggio Fiorentino, Arena di Verona, il Teatro Massimo di Palermo con direttori di livello internazionali quali Zubin Mehta, Nello Santi, Daniel Oren, Renato Palumbo, Pier Giorgio Morandi, Francesco Lanzillotta, Giampaolo Bisanti, Fabrizio Maria Carminati, Matteo Beltrami, Gabriele Ferro, Marco Guidarini, Pedro Halffter, John Axelrod, Jordi Bernacer, Francesco Ivan Ciampa, Pinchas Steinberg, Giacomo Sagripanti.

Fra le sue numerose interpretazioni ricordiamo: Escamillo in “Carmen” di G. Bizet in Arena di Verona, Silvio nei “Pagliacci” di R. Leoncavallo al Teatro Massimo di Palermo e al Haerbin Opera House in Cina, Belcore in “L’Elisir d’amore’ di G. Donizetti al Teatro Goldoni di Livorno e al Teatro Sociale di Rovigo, Ping in “Turandot” di G. Puccini al Teatro Bunka Kaikan di Tokyo e al Teatro Sociale di Rovigo, Marcello ne “La Boheme” di G. Puccini al Teatro del Giglio di Lucca e al Teatro Politeama di Lecce, Alfio in “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni all’Art Center di Seoul, Tonio in “Pagliacci” di R. Leoncavallo all’Art Center di Seoul, Figaro ne “Le Nozze di Figaro” al Teatro Verdi di Pisa e al Tianjin Grand Theater in Cina, Starek ne “La Jenufa” di L. Janàcek al Teatro Massimo di Palermo, Alessandro di Macedonia ne “Lo Specchio Magico” di Fabio Vacchi in prima mondiale al Teatro dell’Opera di Firenze, Schaunard ne “La Boheme” di G. Puccini al Teatro Massimo di Palermo, al Teatro delle Muse di Ancona, al Teatro Sociale di Rovigo, al Teatro Nazionale di Macedonia e al Bangkok International Festival of Music & Dance, Aricia in “Giove a Pompei” di U. Giordano al Teatro Umberto Giordano di Foggia e al Teatro Marrucino di Chieti, Archelaos in “ Der Konig Kandaules” di Alexander Von Zemlinsky al Teatro de la Maestranza di Siviglia, Marek nel “Il Ghetto di Varsavia” di G.Colombini in prima mondiale al Teatro Verdi di Pisa, Masetto nel “Don Giovanni” di W.A.Mozart al Teatro Nazionale di Macedonia e al Bangkok International Festival of Music & Dance, Malatesta nel “Don Pasquale” di G.Donizetti al Teatro dell’Opera Romànà Craiova, Sharpless in “Madama Butterfly” al Teatro Nazionale di Macedonia, Anzoleto ne “Il Campiello” di W.E.Ferrari al Teatro Sociale di Rovigo e al Teatro La Fenice di Venezia, Il Padre in “Falcone e Borsellino” di A.Fortunato al Teatro Verdi di Pisa.